Capitolo 78 – Auroro Borealo  / Brutto Dappertutto

Auroro Borealo, al secolo Francesco Ruggero, è quel che definisco un amico senza averlo mai incontrato se non per una brevissima stretta di mano durante un evento di qualche tempo fa. In comune abbiamo tanto: la passione per la musica, la ricerca estrema per brani e autori di nicchia e soprattutto Gregorio, lo sfortunato cantante che scoprii anni e anni fa che è stato così segnante per la vita di entrambi che in qualche modo saremo per sempre legati a doppio filo anche grazie agli articoli di Orrore a 33 giri.

Ma chi è Auroro Borealo? Oltre a un artista senz’altro sopra le righe, il quale in una vecchia intervista definisce la sua musica “stravagante, stonata ed infedele” è un performer dai mille ineressi sempre alla ricerca del diversamente bello. Ecco il succo di tutto, semplice e lineare.

Dal primo lavoro da solista Singoloni del 2017, album con improbabili cover come ad esempio Freeway dei Bee Hive o Emozioni d’Estate del già citato Gregorio, ne è passata l’acqua sotto i ponti e fra festival, tour in giro per l’ Italia, progetti alternativi e un bellissimo podcast ha tempo per creare la Talento, la sua casa discografica, e diffondere la musica che definire Laterale è a dir poco pertinente, riunendo artisti da tutta Italia con uno scopo ben preciso: divertire e divertirsi. Solo per questo merita eterno rispetto e ammirazione.

Il brano scelto per la nostra playlist laterale, Brutto Dappertutto, è tratto dall’ultimo lavoro Aurora Boreale uscito recentemente. Se fosse stato inserito in un album del gruppo Lo Stato Sociale credo che nessuno avrebbe da ridire, anche se rispetto al gruppo indie pop il tono è più scanzonato e leggero, come dimostra nell’efficace ritornello “ognuno fa schifo come può”.

Buon ascolto da Musica Laterale!