Capitolo 34 – Unicorn / No Way Out Of Here

Gli Unicorn furono un Gruppo britannico country rock, attivo dal 1963 al 1977, semi sconosciuto ai più ma famoso ai fan dei Pink Floyd per la produzione di alcuni dei loro lavori da parte di David Gilmour. L’incontro fu casuale: la band suonò al ricevimento di nozze di un amico di Gilmour che rimase colpito dal loro sound e decise così di produrre il loro secondo album Blue Pine Trees del 1974 ed il successivo Too Many Crooks  del 1975. Proprio da questo lavoro è tratto il brano Laterale di oggi, una delicata ballata che colpì così tanto Gilmour da proporla sul suo primo album solista del 1978 chiamato semplicemente David Gilmour. Sì, la cover è nettamente migliore dell’originale: gli arrangiamenti più ricchi e la voce di David donano spessore a questo brano ingiustamente poco conosciuto. Un sentito grazie a F. per avermi fatto un CD con questo brano diverso tempo fa.

Buon ascolto da Musica Laterale!

Capitolo 19 – Pink Floyd / Jugband Blues

I Pink Floyd sono uno dei più importanti gruppi musicali di sempre; le lunghe introduzioni dei brani e le ricche produzioni fanno catapultare l’ascoltatore in un mondo parallelo e sembra che il peso specifico di ogni nota sia più pesante rispetto ad ogni altra canzone.

La storia del gruppo è travagliata e come in tutte le grandi band hanno avuto momenti difficili, separazioni, parziali riappacificazioni e una parola fine non ci sarà mai in quanto la loro musica vivrà ancora a lungo.

Il gruppo che tutti noi conosciamo è composto dal padre-padrone Roger Waters, David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright ma il fondatore e leader (seppur per un breve periodo) è Roger Keith Barrett, detto Syd, dapprima affiancato e poi sostituito da Gilmour a causa della sua instabilità mentale provocata anche da abuso di LSD.

Syd Barrett ha scritto quasi tutti i brani di The Piper At The Gates Of Dawn, un esordio col botto in quanto è considerato un vero e proprio capolavoro di psichedelia e fonte d’ispirazione per le generazioni future. Con il passare del tempo però la stabilità mentale di Barrett peggiora fino al punto di essere allontanato definitivamente dal gruppo; il secondo lavoro, A Saucerful Of Secrets, pur rimanendo coerente con le atmosfere del precedente, è più corale in quanto tutti i componenti del gruppo (Gilmour compreso) scrivono i brani. L’ultima traccia del lavoro che trattiamo oggi è Jugband Blues, composta dal solo Barrett, che rappresenta in qualche modo la sua eredità spirituale. Il brano è piacevole ma senza struttura ed il testo è frutto di un viaggio psichedelico nella sua complicata mente. Tanto per dare un’idea il testo recita così:

È molto premuroso da parte sua pensare a me in questo caso

e ti sono molto grato per aver chiarito

che non sono lì

e non sapevo che la stanza potesse essere così grande

e non sapevo che la stanza potesse essere così blu

e ti sono grato per aver buttato via le mie vecchie scarpe

e mi hai portato qui vestito di rosso

Roger Waters fu così segnato e si sentì così in colpa ad aver allontanato dal gruppo il suo fondatore che compose la bellissima Shine On You Crazy Diamond. Successivamente al suo abbandono Syd si fece vivo solo una volta dopo diversi anni, esattamente il 5 giugno del 1975, mentre i Pink Floyd stavano registrando l’ album Wish You Were Here. Nessuno lo riconobbe: pelato, con 40 chili in più e con dei vestiti malmessi, quando capirono che era proprio lui tutti rimasero semplicemente sconvolti. Le strade fra Syd ed i Pink Floyd non si incrociarono più da quel momento, resta solo l’amarezza di aver perso per sempre quel diamante pazzo.

Buon ascolto da Musica Laterale!