Capitolo 25 – Rino Gaetano / La Ballata Di Renzo

Rino Gaetano, per quei pochi che non lo conoscessero, è un cantautore attivo fra il 1973 e il 1981, diventato famoso al grande pubblico per la sanremese Gianna nel 1978 che fece scandalo ai tempi perchè fu il primo autore a sdoganare la parola sesso contenuta nel testo.

Istrionico, giullare, dissacrante, canta spesso e volentieri degli ultimi, degli sfruttati, odiando tutto ciò che è potere; nelle sue canzoni prende in giro in maniera lucida e precisa l’Italia, in particolare il suo amato Sud. Capace di canzoni a dir poco splendide che ancora oggi sono attuali (cambiano i protagonisti ma sotto sotto è sempre la stessa solfa) e la sua particolare voce, a tratti rauca ma potente e allo stesso tempo dolce, accompagna le sue filastrocche che fanno riflettere e strappano un sorriso allo stesso tempo.

Riparleremo senz’altro di Gaetano nel corso del tempo e vorrei iniziare dalla fine, ovvero il 2 giugno 1981 quando Rino si schianta con la sua auto e in seguito viene rifiutato da ben cinque ospedali. Cosa ancora più tragica, avrebbe dovuto sposarsi pochi giorni dopo con la sua amata Amelia.  

Per la canzone Laterale odierna dobbiamo tornare al 1970, quando Gaetano compone La Ballata Di Renzo, una storia di malasanità all’italiana nel quale il protagonista del brano ha un incidente ed è rifiutato da tre ospedali romani, morendo in ambulanza. Mette ancora i brividi questa lucida profezia sulla propria morte se teniamo conto che dei cinque ospedali che rifiutarono Gaetano tre sono proprio quelli citati nella canzone scritta undici anni prima.

Buon ascolto da Musica Laterale!